Estate…lanosa ;-)

Uh, ma da quanto tempo non scrivevo un post????? da troppissimo !! Urge rimediare 😉 Come? estate

Con un capo già postato (credo….) ma finalmente indossato alla grande, perchè è arrivata la stagione giusta!

Un coprispalle in lana (lana sottile, quella che si usa per fare le calze 🙂 ) traforato e lavorato a crochet.

Caldo e leggero al tempo stesso. L’ideale se indossato nelle mattine fresce d’estate, con sotto una canotta.

estate2

Davvero una nuvola! Leggero e svolazzante……

Il davanti è uguale al dietro: niente di più semplice, sia da realizzare sia da indossare. Anche con un paio di jeans o con un abito elegante.

Non vedevo proprio l’ora!!! ❤

 

Annunci

Finiti e postati!

Finalmente torno ad aggiornare il blog! 🙂

Ed ecco finalmente, fotografati e postati, anche gli ultimi lavori terminati. I miei eterni work in progress 😉

completo berretto e sciarpaMia figlia ha deciso che adora il nero. Quindi urge nuovo completino in vista dei primi freddi. Ora, a parte il modo un po’ bislacco in cui ha voluto indossare il berretto ;-), ecco il primo risultato della produzione autunno-inverno di berretti e sciarpe firmato Ta-dah!

Ma non solo.

coprispallePer un’amica speciale, ecco un coprispalle che – al bisogno – può trasformarsi anche in scaldacollo. O può difendere dal freddo anche il capo, a mò di cappuccio…..

Insomma, dopo avere condiviso con voi questi due lavori, torno all’ultimo work in progress che DEVO assolutamente finire al più presto (soprattutto perchè voglio indossarlo 😉 ).

Veloce veloce. Semplice semplice.

“Mamma, l’aria condizionata a tavola mi dà fastidio alle spalle!”. Mmmmm….che fare? E’ estate, siamo in vacanza, non ho felpe…perchè allora non provare  ad improvvisare uno scialle-coprispalle con alcuni rimasugli di cotone filo di Scozia rimasto nella borsa dell’uncinetto?? 😉

mariEcco il risultato. Semplice, veloce e utile!

Uno sciallettino a rete che – al bisogno – può diventare anche un pratico coprispalle. per la mia principessina! 🙂

Total white

Terminato il work in progress in total white!

white

Un coprispalle estivo realizzato in sottile fettuccia di cotone bianca. Una bella signora bionda lo indosserà durante le sue vacanze al mare e io sono solo felice! 🙂

Al bisogno può diventare anche una mantella o una piccola stola. Perchè? Perchè i bottoni gioiello non sono stati cuciti, ma li ho uniti a due a due creando dei classici gemelli che si inseriscono nella trama a uncinetto a mò di asola.

white2

Lo schema che ho pensato per questo coprispalle è molto semplice e il risultato è una lavorazione traforata, leggera ma non troppo.

Primo giro: 4 maglie alte doppie e 3 catenelle, in sequenza fino alla fine del giro.

Secondo giro: 4 maglie basse sulla base delle 4 maglie alte doppie e 3 catenelle, in sequenza fino alla fine del giro.

Poi si riprende dal primo giro.

La semplicità vince sempre!

Per una ballerina speciale

Tingere la lana è bello e dà grandi soddisfazioni; molte di più se con la stessa lana si riesce a creare qualocsa di utile per le persone a cui si vuole bene.

La piccola ballerina di casa necessitava di un coprispalle, da indossare prima e dopo le lezioni….però in tinta con la divisa ufficiale! E allora, ecco cosa è riuscito con la lana tinta con karkadè e con fragola e ciliegia:

coprispalle_1

coprispalle_2Ballerina in erba felice, mamma soddisfatta 😉

Semplice semplice, ma è piaciuto molto!

coprispalle AquilanaEh, sì! Sono felice quando penso che il mio coprispalle, realizzato in lana, traforato, pronto per la primavera, è piaciuto molto e tante di voi, mettendosi in contatto con me tramite varie vie on line, mi hanno chiesto qualche indicazione per la realizzazione.

Intanto spero di riuscire a spiegarmi sufficientemente. E inizio con il proporvi questo schema molto casalingo:

schemaA,B,C,D corrispondono, alla lunghezza della vostra manica (ad esempio potreste anche fare una bella manica a 3/4, tanto di moda!). La lavorazione inizia dalla parte del polsino (il mio è di circa 35 cm.). Ricordate che dovete gradualmente aumentare fino ad arrivare al giro manica, altrimenti non riuscirete ad indossare il coprispalle perchè troppo stretto sulle spalle!

E corrisponde al dietro del vostro lavoro: cioè la distanza tra i due girospalla. Per me è stato di circa 50 cm. Comunque ricordate sempre: metro alla mano!

Si lavora tutto in un pezzo solo. Il punto che ho usato è riprodotto in calce allo schema. E’ molto semplice (anche se io l’ho trascritto a mano e quindi non benissimo! ). Tenete presente che sarebbe opportuno che le maglie di base fossero multipli di 6. Ho scelto questo punto prima di tutto perchè mi piaceva, e poi perchè secondo me è traforato al punto giusto se si usa della lana calda e si indossa il coprispalle durante una mezza stagione.

Terminato il lavoro, cucite A con B e C con D. Avrete così ottenuto le maniche.

Ora dovete lavorare in tondo per tutta la parte E, che alla fine costituirà parte del cortetto sul davanti, il collo e parte del dietro (per coprire meglio la schiena). Io ho usato un punto a ventagli, che bene si presta anche ad un leggero aumento man mano che proseguire il lavoro, in modo tale che il tutto risulti morbido, soprattutto sul davanti e sulla schiena. O comunque utilizzate un punto abbastanza scenografico, ma che non contrasti troppo (soprattutto come consistenza) con il punto utilizzato per realizzare il resto del coprispalle.

La lunghezza di questa ultima parte E dipende da voi, dal vostro gusto e anche dalla vostra conformazione fisica. Personalmente non ho voluto appesantirlo troppo, soprattutto per dare più leggerezza sul collo.
Quindi continuando a lavorare in tondo, ogni tanto provate il capo, così potete avere una chiara idea di come vi sta e quando potrebbe essere ora di chiudere il lavoro.

Che ne dite, può bastare?
Ricordate di mettere in forma il lavoro, sia prima della cucitura delle maniche, sia a lavoro ultimato.

Per ora è tutto! Se avete bisogno di altre indicazioni, sono qui. Ma sono certa che sarete bravissime e che creerete coprispalle più belli, più originali e soprattutto più “vostri”!
Baci sparsi a tutte!!!!!

Pronta per la primavera!

Il colore della natura, con tutto il suo profumo, la morbidezza….lavora, lavora è nato questo semplice coprispalle, pronto per essere indossato in primavera (arriverà prima o poi, no??), sotto un abitino smanicato:

design e realizzazione di Barbara Fiorentini

design e realizzazione
di Barbara Fiorentini

coprispalle Aquilanacoprispalle AquilanaCon le ultime matasse Aquilana rimaste (dopo quelle tinte da me), ho pensato a lungo cosa preparare….

Intanto ho preparato questo coprispalle: morbido, pratico, elegante, semplice, da cerimonia o da tutti i giorni. Il polsino è stretto da un nastrino, che può essere sostituito con il colore da abbinare al resto dell’outfit. Oppure con un paio di gemelli, più preziosi e quindi adatti per una cerimonia.

Il resto della lana sicuramente mi accompagnerà nei laboratori di uncinetto che nei prossimi giorni inizieranno con i bambini di una scuola elementare della mia città. Così anche i bambini potranno vedere, toccare e odorare la vera lana, quella che non è ancora stata trattata industrialmente. 🙂