Semplice semplice, ma è piaciuto molto!

coprispalle AquilanaEh, sì! Sono felice quando penso che il mio coprispalle, realizzato in lana, traforato, pronto per la primavera, è piaciuto molto e tante di voi, mettendosi in contatto con me tramite varie vie on line, mi hanno chiesto qualche indicazione per la realizzazione.

Intanto spero di riuscire a spiegarmi sufficientemente. E inizio con il proporvi questo schema molto casalingo:

schemaA,B,C,D corrispondono, alla lunghezza della vostra manica (ad esempio potreste anche fare una bella manica a 3/4, tanto di moda!). La lavorazione inizia dalla parte del polsino (il mio è di circa 35 cm.). Ricordate che dovete gradualmente aumentare fino ad arrivare al giro manica, altrimenti non riuscirete ad indossare il coprispalle perchè troppo stretto sulle spalle!

E corrisponde al dietro del vostro lavoro: cioè la distanza tra i due girospalla. Per me è stato di circa 50 cm. Comunque ricordate sempre: metro alla mano!

Si lavora tutto in un pezzo solo. Il punto che ho usato è riprodotto in calce allo schema. E’ molto semplice (anche se io l’ho trascritto a mano e quindi non benissimo! ). Tenete presente che sarebbe opportuno che le maglie di base fossero multipli di 6. Ho scelto questo punto prima di tutto perchè mi piaceva, e poi perchè secondo me è traforato al punto giusto se si usa della lana calda e si indossa il coprispalle durante una mezza stagione.

Terminato il lavoro, cucite A con B e C con D. Avrete così ottenuto le maniche.

Ora dovete lavorare in tondo per tutta la parte E, che alla fine costituirà parte del cortetto sul davanti, il collo e parte del dietro (per coprire meglio la schiena). Io ho usato un punto a ventagli, che bene si presta anche ad un leggero aumento man mano che proseguire il lavoro, in modo tale che il tutto risulti morbido, soprattutto sul davanti e sulla schiena. O comunque utilizzate un punto abbastanza scenografico, ma che non contrasti troppo (soprattutto come consistenza) con il punto utilizzato per realizzare il resto del coprispalle.

La lunghezza di questa ultima parte E dipende da voi, dal vostro gusto e anche dalla vostra conformazione fisica. Personalmente non ho voluto appesantirlo troppo, soprattutto per dare più leggerezza sul collo.
Quindi continuando a lavorare in tondo, ogni tanto provate il capo, così potete avere una chiara idea di come vi sta e quando potrebbe essere ora di chiudere il lavoro.

Che ne dite, può bastare?
Ricordate di mettere in forma il lavoro, sia prima della cucitura delle maniche, sia a lavoro ultimato.

Per ora è tutto! Se avete bisogno di altre indicazioni, sono qui. Ma sono certa che sarete bravissime e che creerete coprispalle più belli, più originali e soprattutto più “vostri”!
Baci sparsi a tutte!!!!!

Annunci

1 Commento

Archiviato in Tutorial

Una risposta a “Semplice semplice, ma è piaciuto molto!

  1. Ringrazio alle tantissime (davvero tante!) che in queste ore stanno visitando il blog e leggendo questo post. Cosa ne dite di lasciare anche un segno del vostro passaggio? Grazie! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...